Debutto pubblico in Inghilterra di Dendrobium al Salon Privè 2018

Dendrobium

Il nuovo produttore britannico di hypercar elettrici Dendrobium Automotive Limited ha recentemente fatto il suo esordio pubblico nel Regno Unito con grande successo negli splendidi dintorni del Blenheim Palace nell’Oxfordshire, in Inghilterra.

Il Dendrobium D-1, unico nel suo genere, ha entusiasmato gli ospiti nell’esclusivo party al Salon Privé 2018, il modello che ha suscitato interesse enorme e molti sguardi ammirati, tra cui l’attenzione di Sua Maestà il Duca di Marlborough di Blenheim Palace, che era molto interessato a discutere dell’unico ipercar D-1 a emissioni zero.

DendrobiumIspirato alla natura e radicato nella tecnologia, il Dendrobium D-1 fonde il rispetto per l’ambiente con un approccio ingegneristico alla progettazione, l’auto sviluppata nel Regno Unito con il supporto e l’esperienza della celebre compagnia di Formula 1 Williams Advance Engineering.

Gli ospiti del party garden di Salon Privé hanno scoperto di persona il Dendrobium

Il design di D-1 sfida il senso visivo degli spettatori, mentre disegna gli intrighi tra gli ammiratori più perspicaci. Il delicato connubio tra linee e curve futuristiche del D-1 proietta ombre drammatiche, riflettendo la struttura lenitiva di alluminio, fibra di carbonio e vetro, per creare una macchina davvero distintiva che non assomiglia a nessun’altra supercar o ipercar al mondo.

L’attenzione di Dendrobium sull’avere la tecnologia incarnata nella scultura è una testimonianza della continua ricerca della qualità del marchio britannico in termini di pensiero, design e costruzione. Con un peso nominale di soli 1.750 kg, la fibra di carbonio D-1, con i suoi superleggeri e super resistenti compositi e leghe, rappresenterà la vera sensazione di una supercar, non troppo grande e pesante, alleata a prestazioni lineari impressionanti, e scriverà le regole per l’esperienza di guida di una hypercar.

La costruzione leggera del D-1 si basa su una vasca di carbonio Protocell unica, che è stata sapientemente progettata con l’adattabilità futura per ulteriori generazioni di auto e-performance Dendrobium. Oltre alla sua tecnologia avanzata per i veicoli, il D-1 ha un’enorme drammaticità e presenza grazie al suo esclusivo sistema di apertura della porta e tetto Bio-Aerial Locomotion, che si ispira alla pianta di orchidea Dendrobium che si sviluppa naturalmente in modo simile, da cui il la nuova compagnia britannica di hypercar prende il nome.

DendrobiumGli interni della D-1 sono progettati attorno al guidatore come centro assoluto dell’attenzione. In contrasto con l’interno prevalentemente in fibra di carbonio nero, il sedile sportivo dei guidatori che abbraccia il corpo rosso è caratterizzato da cuciture e motivi ispirati alle fibre muscolari umane.

Il team di progettisti di Dendrobium ha realizzato schizzi concettuali di un’ipercar elettrica sui tavoli da disegno dalla metà degli anni ’90, una visione che era molti anni in anticipo sui tempi. Con l’avanzare della tecnologia elettrica, Dendrobium è stata in grado di rivisitare questa visione e ora, mentre l’azienda lancia la sua rivoluzionaria strategia globale di e-mobility, i tempi sono finalmente giusti per rimuovere gli involucri da un modello di prototipo funzionante, come mostrato agli ammiratori attoniti all’interno degli splendidi giardini del Blenheim Palace al Salon Privé.

In vista dei primi esemplari di produzione del D-1 da 1,800 bhp completamente elettrico, saranno annunciati a breve una serie di sviluppi significativi ed entusiasmanti a Dendrobium Automotive, con i dettagli completi da confermare nei prossimi mesi.

Commentando il debutto pubblico britannico dell’ipercar D-1, il Chairman e CEO di Dendrobium Automotive, Nigel Gordon-Stewart ha dichiarato:

Dopo una lunga carriera nel settore delle supercar, posso dire onestamente che Dendrobium Automotive è uno dei più eccitanti e con le imprese orientate al futuro con cui sono stato coinvolto. Usando la tecnologia più recente, stiamo sviluppando quella che sarà la più impressionante ipercar elettrica. Stiamo progettando il nostro propulsore elettrico tutto in-house e prevediamo di utilizzare le nostre celle di immagazzinamento dell’energia trasferendole allo stato solido quando e quando la tecnologia è affidabile e finanziariamente sostenibile.

Gordon-Stewart continua: Stiamo sviluppando sistemi di cablaggio e connettori esclusivi, oltre alla nostra completa integrazione del veicolo e hardware e software ADAS. Da un punto di vista tecnico, il D-1 sarà un tour-de-force ingegneristico britannico. Si può essere certi che il marchio Dendrobium diventerà sinonimo delle e-hypercar più eccitanti e tecnicamente sofisticate sul mercato e disponibili a livello globale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.