Svelata a Ginevra l’auto di Formula E Gen2

Formula E Gen2

Il Presidente della FIA Jean Todt e il fondatore e CEO di Formula E Alejandro Agag hanno svelato la vettura di Formula E di seconda generazione nello stand della FIA al Formula E Gen2Salone di Ginevra, inaugurando così una nuova era del motorsport mondiale e ovviamente dell’ABB FIA Formula E Championship.

La vettura è stata scoperta utilizzando un braccio robot fornito dal partner principale ABB.

La presentazione ha avuto luogo di fronte a una selezione di media, ospiti speciali così come produttori e squadre in competizione della serie di monoposto elettriche.

Formula E Gen2Sono state inoltre rese note le specifiche tecniche della vettura Gen2, che sarà la nuova vettura per la stagione 2018/19 dimostrando i progressi e le migliorie apportate in termini di prestazioni ed efficienza dal primo E-Prix che si è svolto soltanto quattro anni fa.

Oltre al sorprendente nuovo look della Formula E, il cambiamento più importante è rappresentato dal raddoppiamento dell’autonomia della vettura. Con quasi il doppio dell’energia immagazzinata che ora sarà disponibile per i team e i piloti, non ci sarà più bisogno di un cambio a metà gara.

Formula E Gen2Inoltre la potenza massima della vettura è aumentata fino a 250 kW – un aumento di 50kW che vedrà la velocità massima potenziale della Formula E raggiungere i 280 km/h (174 mph).

Integrato come parte del telaio è il nuovo dispositivo di protezione della testa Halo, insieme a una striscia innovativa di illuminazione a LED.

Il concetto di sistema di illuminazione consentirà ai fan di seguire meglio la strategia della loro squadra o del loro pilota preferito – che indica diverse cose quali la modalità di alimentazione e altri aspetti legati alle informazioni di gara, con ulteriori dettagli da verranno rivelati prima dell’inizio della quinta stagione.

Formula E Gen2L’auto Gen2 presenta anche il nuovo pneumatico Michelin Pilot Sport, che è specificamente progettato per le esigenze uniche delle corse su strada di auto elettriche. Non solo lo pneumatico è più leggero dei suoi predecessori, ma vanta anche una resistenza al rotolamento significativamente inferiore e un nuovo design grafico.

Il nuovo modello si sfiderà nelle prossime tre stagioni, a partire dalla quinta alla fine del 2018.

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha dichiarato:

La Formula E Gen2 della FIA sembra davvero un’auto del futuro e incoraggia a vedere i progressi compiuti in soli quattro anni: raddoppiare la gamma dell’auto e aumentare la Formula e Gen2potenza è il risultato di un grande sforzo. Con il supporto di tanti produttori, la Formula E continuerà a promuovere lo sviluppo della tecnologia dei veicoli elettrici e a promuovere la mobilità sostenibile in molte città del mondo.

Il direttore tecnico della FIA, Gilles Simon, ha dichiarato:

È fantastico mostrare alla gente la FIA Formula E Gen2. È stato un progetto estremamente collaborativo e vorrei ringraziare tutti alla FIA e a tutti i nostri partner tecnici e fornitori ufficiali per il loro lavoro instancabile per rendere questa macchina una realtà. Il risultato è stato un’auto di cui tutti parlano e che raggiunge tutti gli obiettivi tecnici che abbiamo fissato. La Formula E è una missione affascinante dal Formula e Gen2punto di vista tecnico: ci dà l’opportunità di creare qualcosa completamente diverso da qualsiasi altra cosa nel motorsport, e nello sviluppo di tecnologie innovative a l’avanguardia della rivoluzione elettrica che sta accadendo nel settore automobilistico è davvero entusiasmante. A fare qualcosa di più veloce con il doppio dell’efficienza è stata una grande sfida, e penso che sarà molto spettacolare quando scenderà in pista nella quinta stagione.

Alejandro Agag, fondatore e CEO di Formula E, ha dichiarato:

Questa è la prima volta che vedo l’auto completa ed è ancora più elegante e spettacolare da vicino. Se dovessi disegnare una macchina da corsa da zero e basare puramente sul suo aspetto, ti verrebbe in mente solo questo disegno. Non colpisce solo l’occhio, le prestazioni e l’autonomia mostrano chiaramente i progressi in termini di sviluppo tecnologico degli ultimi quattro anni. Vorrei esprimere i miei ringraziamenti personali alla FIA e al suo presidente Jean Todt, per il loro impegno, lavoro e supporto nel mettere insieme e progettare la nostra auto Gen2. Questo modello differenzia visivamente la Formula E da qualsiasi altra monoposto nel motorsport di oggi. Quando vedranno questa macchina, diranno che è la Formula E, è il futuro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.