La Formula E aprirà la quinta stagione con una gara a Riyadh

Formula E Riyadh

La prima gara della quinta stagione di Formula E si svolgerà a Riyadh, e il campionato ABB FIA Formula E farà il suo debutto in Medio Oriente il prossimo dicembre con la prima gara delle auto di nuova generazione.

In un doppio primato per la serie di corse di auto elettriche, la Formula E porterà per la prima volta il motorsport internazionale nel Regno dell’Arabia Saudita nell’ambito di un accordo decennale con la General Sports Authority e la Saudi Arabian Motor Federation.

Accanto ad ospitare la prima gara completamente elettrica nella regione, l’emozionante notizia segna l’inizio di una nuova era del campionato ABB FIA Formula E con il tanto atteso debutto competitivo delle auto di nuova generazione a Riyadh.

L’annuncio è stato fatto da Sua Altezza Reale il principe Khaled Bin Sultan Bin Abdullah AlFaisal, Presidente della Federazione dell’Arabia Saudita e Sua Altezza Reale il principe Abdulaziz bin Turki Al Faisal Al Saud, vicepresidente dell’Autorità sportiva generale dell’Arabia Saudita, insieme al fondatore e CEO di Formula E Alejandro Agag.

In attesa della conferma del calendario da parte del FIA World Motor Sport Council, l’E-Prix vedrà le auto della Formula E percorrere le strade del pittoresco distretto di Ad Diriyah – con l’esperto promotore del motorsport Carlo Boutagy incaricato di consegnare e promuovere la gara attraverso la sua compagnia CBX.

Ulteriori dettagli sulla posizione e sulla disposizione dei circuiti verranno svelati a tempo debito.

Alejandro Agag, fondatore e CEO di Formula E, ha dichiarato:

Portare le corse a Riyadh per il primo round della nuova stagione è la cornice perfetta per la prossima fase del campionato ABB FIA Formula E. Un paese eccitante e vibrante che si concentra sul suo futuro, l’Arabia Saudita sarà il luogo ideale per celebrare il debutto competitivo delle auto di Formula E di nuova generazione. Pensiamo che l’Arabia Saudita – con la nuova visione del principe Abdulaziz, del principe Khalid e del paese – sia il luogo adatto per lanciare l’ultimo capitolo della serie di corse di auto elettriche. Molti altri sport stanno già aumentando la loro presenza in Arabia Saudita e siamo orgogliosi di aver scelto la Formula E rispetto ad altre categorie nelle corse. La maggior parte dei paesi guarda ora alla Formula E, in particolare all’Arabia Saudita, che si sta concentrando sullo sviluppo di nuove tecnologie, energie rinnovabili e veicoli elettrici.

Sua Altezza Reale il principe Abdulaziz ha detto:

L’Arabia Saudita guarda al futuro e la Formula E è il motorsport del futuro, ecco perché questa è un’opportunità entusiasmante. Si allinea perfettamente con la visione del paese del 2030 e offre la prospettiva di gare di classe mondiale per le strade della capitale per la prima volta nella nostra storia. Per tutti i fan, uomini, donne, giovani e anziani, il sogno di ospitare una “gara di casa” diventerà realtà. Personalmente come conducente, a chi importa far crescere lo sport, nulla potrebbe rendermi più felice. La durata della partnership darà all’Arabia Saudita e alla Formula E la piattaforma per creare un’eredità duratura per lo sport a livello globale e il Regno nel corso di un decennio. Questo è l’ultimo di una serie di eventi sportivi in ​​grado di cambiare il gioco che il popolo dell’Arabia Saudita sarà ora in grado di godere come famiglie, con benefici che vanno ben oltre lo sport per avere un impatto positivo nella nostra società. Anche per la prossima generazione di Formula E, magari con un futuro campione, tecnico, ingegnere o team manager che guarda la folla a Riyadh e si lascia ispirare da questo sport.

Sua Altezza Reale il Principe Khaled Bin Sultan Bin Abdullah AlFaisal, Presidente dell’Arabia Saudita Motor Federation, ha commentato:

L’interesse e la passione per il motorsport tra le persone nel Regno è già vasto, con un ricco patrimonio di rally, drag racing e altre forme di sport motoristici – ma lo sport in Arabia Saudita sta per essere sovraccaricato da questo sviluppo. Questo evento e tutto ciò che lo circonda, dall’accogliere le squadre di livello mondiale alla copertura televisiva globale, rappresenta un momento spartiacque. Ospitando la Formula E a Riyadh, l’entusiasmo per il motorsport e le tecnologie sostenibili verrà ulteriormente accentuato per lasciare un’impronta preziosa nel panorama del Regno e mostrare le sue crescenti credenziali come destinazione sportiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*