Soldi europei per la ricerca delle auto ecologiche

Dall’UE più soldi per la ricerca per le auto ecologiche

Fonte: ASA Press

Bruxelles, Belgio. 8 giugno 2012. L’Unione Europa è disposta ad aumentare gli interventi a sostegno delle automobili ecologiche (oltre il miliardo di euro per la ricerca già previsto nel piano 2014-2020), ma non ad intervenire per alleggerire la posizione dei costruttori che intendono tagliare posti di lavoro nel vecchio continente.

Secondo Automotive News e Bloomberg, l’UE avrebbe respinto le richieste in questo senso di Sergio Marchionne, che “macina” utili negli Stati Uniti, mentre in Europa è alle prese con un eccesso di capacità produttiva. Un problema, questo, condiviso con altri costruttori, soprattutto francesi (oltre all’americana General Motors che controlla Opel).

Ma non tedeschi, che stanno invece lavorando per soddisfare le richieste che arrivano sia dagli Usa sia dalla Cina.

L’amministratore delegato di Fiat ha discusso della questione con altri colleghi alla ricerca di una larga condivisione, ma nel piano presentato dal commissario (italiano) all’industria Antonio Tajani si parla di rilanciare l’industria dell’auto, ma non di assorbire i tagli. Secondo gli esperti, in Europa la sovrapproduzione di auto potrebbe raggiungere i 2 milioni di unità, soprattutto se i mercati di Italia, Francia e Spagna continueranno a soffrire.

no images were found

 

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.