Prototipo Ibrida Plug-In di Honda

1° marzo 2011. Al salone di Ginevra, Honda ha anche presentato la sua piattaforma ibrida plug-in, che mostra la prossima generazione del sistema ibrido Honda a due propulsori. Integrata nella piattaforma di una berlina di medie dimensioni, l’ibrida plug-in è stata progettata per essere compatibile con le  esigenze quotidiane di guida, consentendo brevi, frequenti viaggi in modalità completamente elettrica ma  garantendo, al contempo, un’autonomia di guida sulla lunga distanza se necessario. Il sistema Honda a due propulsori opera continuamente su tre modalità al fine di massimizzare l’efficienza di guida: completamente  elettrico,  benzina-elettrico  e  un’unica  modalità a combustione  interna.  L’ibrida  plug-in  utilizza  anche la frenata rigenerativa per caricare la batteria.

In modalità completamente elettrica, la vettura utilizza una batteria agli ioni di litio da 6kWh  e un potente propulsore elettrico da 120 kW. La modalità completamente elettrica raggiunge un autonomia di marcia di circa 16-24 km (10-15 miglia) nella guida in città e una velocità massima di 100 km/h (62 miglia orari). La ricarica completa della batteria richiede da 2 a 2,5 ore utilizzando una presa da 120 volt e da 1 a 1,5 ore utilizzando una presa da 240 volt.  

La vettura può anche funzionare in modalità ibrida elettrico-benzina: la piattaforma dispone di un propulsore 2 litri i-Vtec a ciclo Atkinson con trasmissione E-CVT a variazione continua a gestione elettronica. Un generatore di bordo viene aggiunto alla batteria per alimentare il motore elettrico.

Durante la marcia a velocità di crociera, il veicolo può viaggiare con il solo motore a  combustione interna per mantenere la massima efficienza energetica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.