Monster truck elettrico in prova nel Kansas

Il Monster Truck elettrico ha schiacciato  le auto a benzina nel week end

Di Antony Ingram
Fonte: GreenCarReports

10 febbraio, 2013. Ricordate il primo monster truck al mondo completamente elettrico?

Se siete stati nel Salone Autorama a Kansas City, nel Missouri lo scorso fine settimana, l’avrete visto in azione.

La dimostrazione del giorno è stata quella “dello schiacciamento di due auto”, che suona come un modo educato per dire che sarà causa della totale carneficina meccanica in quanto polverizza una selezione di vecchie auto (a benzina).
Prodotto da Bigfoot 4×4 Inc, il Monster Truck N ° 20 è alimentato da 36 batterie Odyssey PC1200.

Ognuna pesa 38,2 £ (poco più di 17 kg), ma fornisce tutta la potenza necessaria per andare proprio sopra le altre auto. C’è un modesto motore elettrico di serie da trazione di 350 cavalli disponibile, ma è 850 libra-piedi di coppia (1152 Nm !!) che permettono la salita sulle macchine’.

La Tesla Model S può essere veloce, ma la macchina non può schiacciare in questo modo altre auto come frittelle di metallo. A volte, più grande è meglio.

Sei di queste batterie alimentano altri 20 sistemi, come ad esempio i freni e lo sterzo.

Odyssey ha effettivamente fornito le batterie per BIGFOOT Truck per anni, aiutando la squadra a vincere più di 30 campionati di monster truck (tradotto letteralmente: camion mostruosi, conosciuti da noi come fuoristrada estremi) – ma questo è il primo completamente elettrico che hanno prodotto.

Jim Kramer, vice presidente di ricerca, tecnologia e sviluppo di driver di Bigfoot 4×4, Inc, dice: “Lo sviluppo di un monster truck elettrico personalizzato fa parte dei nostri sforzi per tenere il passo con la tecnologia in continua evoluzione. Il Monster Truck Odyssey Battery BIGFOOT # 20 ha iniziato in mostra statica, ma come si è visto, è già pronto per eseguire la prova di schiacciamento delle auto.”

Sembra un vecchio scherzo divertente da noi, ma se questo aiuta a sviluppare ulteriormente le batterie, allora è meglio parlarne.

no images were found

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.