Evway e la problematica della ricarica. Interoperabilità è la parola chiave

Logo evway

Gli utenti di veicoli elettrici conoscono benissimo le problematiche della ricarica e, come succede nel rifornimento di carburante nelle vetture convenzionali, poco interessa se la ricarica (o il carburante) viene fornito da uno o da un altro operatore (o multinazionale del petrolio). L’importante è rifornirsi, in entrambi i casi.

Michela Negri, Sales & Marketing di Evway by Route220 ha sintetizzato perfettamente la problematica della ricarica dei veicoli elettrici e della quantità di colonnine installate in occasione del convegno “Lo stato dell’arte delle Reti in Italia per la rivoluzione della mobilità elettrica”, che si è svolto presso lo Starhotel E.c.ho di Milano.

Il numero delle colonnine presenti sul territorio, in sé, non significa molto se non si introduce il concetto di interoperabilità. Ad oggi, per ricaricare il proprio veicolo, bisogna essere in possesso della tessera o della app dell’operatore che fornisce l’energia. Per spingere davvero la mobilità elettrica, invece, occorrerebbe rendere la ricarica accessibile a tutti, in modo semplice e veloce – ha detto Michela Negri.

Interoperabilità: parola chiave per lo sviluppo del turismo italiano

Secondo i dati Eurostat, il 2017 è stato un anno positivo in termini di turismo per tutta Europa.

L’Italia, insieme a Francia, Germania e Spagna, occupa le prime posizioni della classifica, con un numero di notti trascorse in strutture turistiche superiore rispetto al valore complessivo europeo (5,4% vs 5,1).

Evway by Route220I turisti che scelgono il Belpaese sono per il 50% residenti e per la restante metà proveniente da Oltralpe.

Questi ultimi, gli stranieri, spesso raggiungono l’Italia con mezzi propri: camper, moto, auto…anche quelle elettriche!

Eh si, perchè il mercato delle auto elettriche è letteralmente esploso e sono sempre più numerosi coloro che si muovono in elettrico, così come numerose sono le “avventure”, non sempre piacevoli, che li attendono in giro per l’Italia.

Ciò deve farci riflettere: i turisti europei sono pronti a raggiungere l’Italia con le auto elettriche, ma noi siamo pronti ad accoglierli?

Abbiamo le infrastrutture adeguate per consentire loro di viaggiare “senza pensieri”?

Ecco che in questa situazione, caratterizzata dal boom del turismo e dalla crescita del mercato delle auto elettriche, diventa di primaria importanza l’interoperabilità: concetto a cui sono abituati gli ev-Drivers di tutta Europa che consente loro un facile accesso alle infrastrutture di ricarica a prescindere dall’operatore che fornisce il servizio.

Di seguito l’intervento di Michela Negri, Sales & Marketing di Evway by Route220 al Convegno di Milano

Fonte dati turismo: http://www.infodata.ilsole24ore.com/2018/01/31/turismo-italia-terza-ue-nel-2017-424-milioni-notti/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*