Il costruttore cinese di Byton afferma di aver raccolto 500 milioni di dollari

Byton

Un’iniezione da 500 milioni di dollari da parte di investitori, tra cui una casa automobilistica e un importante fornitore di batterie, potrebbe aiutare la startup cinese di auto elettriche Byton a mettere le sue auto in circolazione entro la fine del prossimo anno.

Byton ha detto che i suoi grandi investitori – il produttore automobilistico statale cinese FAW Group, lo sviluppatore cinese di batterie agli ioni di litio CATL e l’investitore tecnologico cinese Tus-Holdings – hanno contribuito a raccogliere 500 milioni di dollari nel suo ultimo round di raccolta fondi.

L’investimento potrebbe aiutare Byton a mantenere il suo ambizioso obiettivo di costruire prototipi in uno stabilimento di assemblaggio di Nanjing, Cina, entro aprile 2019, prima che i modelli di produzione siano in vendita entro la fine del 2019. Byton ha già detto che prevede di lanciare il suo veicolo nel mercato degli Stati Uniti entro la metà del 2020 e in Europa entro la fine del 2020.

Il costruttore di auto elettriche ha fatto un grande colpo quando ha portato un prototipo di sviluppo del suo SUV Crossover al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas a gennaio.

Al CES, Byton ha preso l’insolita iniziativa di prendere i media per una breve guida del veicolo. A differenza dei rivali come Tesla che si concentrano sui tempi di ricarica e sulla tecnologia di guida autonoma, Byton ha enfatizzato l’interfaccia utente del suo prototipo con il software di riconoscimento facciale e avanzati controlli gestuali.

Gli investimenti da FAW e CATL potrebbero fornire a Byton l’accesso a tecnologie automobilistiche più tradizionali, come la produzione e l’esperienza ingegneristica. Il CEO di Byton, Carsten Breitfeld ha dichiarato che darà una mano per le batterie dei veicoli elettrici e che Byton intende sfruttare FAW per il suo know-how di produzione.

Byton ha anche detto che il suo nuovo quartier generale a Nanjing è ufficialmente aperto. Byton ha un ufficio di ricerca e design nella Silicon Valley e un centro di progettazione a Monaco oltre al complesso di centrali e impianti di assemblaggio di Nanjing.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.