Riversimple esplora il crowdfunding per auto a fuel cell

Riversimple

Il piccolo costruttore Riversimple con sede a Llandrindod Wells, una cittadina gallese di 5.000 persone, si sta avventurando in un territorio inesplorato. Il Crowdfunding per la costruzione di una nuova auto a celle a combustibile non è l’unica cosa che distingue l’azienda dai suoi concorrenti perché la piccola azienda creativa prenderà anche un’altra strada nella distribuzione.

La prima campagna di crowdfunding di Riversimple, che si è conclusa lo scorso aprile, ha fruttato il business di 23 dipendenti per oltre 1,28 milioni di euro, denaro utilizzato per sviluppare la sua auto Rasa.

Il veicolo ora avrà porte a farfalla e un telaio in biocarbonio, con strati di lino intrecciati. I quattro piccoli motori elettrici sulle ruota della Rasa saranno alimentati da celle a combustibile Hydrogenics PEM, tipo HyPM HD 8-200 e supercondensatori. Gli 8,6 kWh di stack sono sufficienti per portare la biposto, che pesa solo 580 chilogrammi, alla sua velocità massima di circa 97 chilometri, o 60 miglia all’ora, in un totale di 10 secondi.

Il fondatore di Riversimple, Hugo Spowers, ha fatto un grande sforzo per massimizzare l’impatto della frenata rigenerativa. Attualmente, i freni riprendono più del 50 percento dell’energia cinetica della vettura, con un obiettivo di raggiungere valori del 70 per cento. Rasa è comparativamente efficiente e consente un’autonomia accettabile, sebbene il veicolo sia stato progettato principalmente per i viaggi in città. I potenziali clienti, tuttavia, non dovrebbero preoccuparsi di possibili problemi come il rifornimento di carburante, l’assicurazione, la manutenzione e il prezzo. Riversimple ha detto che si prenderà cura di tutte queste cose e renderà disponibile l’auto a noleggio.

Spowers, che progettava e costruiva auto da corsa, ha dichiarato al quotidiano Welt che le grandi case automobilistiche potrebbero ritenere come al solito che si tratti solo di affari, ma che si sbagliano.

Non è possibile commercializzare una macchina a idrogeno nello stesso modo in cui lo si fa con una macchina convenzionale – ha affermato.

Invece, intende creare un veicolo completamente sostenibile. Sarà uno che viene utilizzato frequentemente durante la sua vita media di 15 anni, per recuperare il costo di produzione relativamente alto. Egli stima il costo totale di proprietà a circa 560 EUR al mese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*