Formula E tra storia e tecnologia a Tempelhof

Fonte: Formula E

 

20 Maggio 2015. L’edificio di 300.000 mq è una testimonianza di eventi mondiali del 20esimo secolo. Costruito tra il 1936 e il 1941, il complesso riflette la filosofia che ispira l’architettura monumentale nazista rappresentando così un punto di riferimento nel campo dell’ingegneria civile.

E’ diventato un simbolo di libertà grazie al suo utilizzo da parte degli americani, dopo la seconda guerra mondiale, in particolare durante il ponte aereo di 1948-1949.

L’edificio ha funzionato come luogo della manifestazione fin dalla sua chiusura nel 2008.

L’ex hangar aereo continua ad attirare persone da tutto il mondo; molti vengono a fare musica, organizzare congressi o mostrare le loro idee e prodotti innovativi.

A soli cinque chilometri dalla Porta di Brandeburgo, la costruzione dell’aeroporto offre lo spazio perfetto e la location per le grandi occasioni.

I vecchi uffici amministrativi sono stati trasformati in spazi di lavoro per le persone creative e le istituzioni educative. Tempelhof Airport è sulla buona strada per diventare un luogo fiorente per le generazioni future.

 

Timeline

1351 – Accordo di pace firmato tra le città gemelle di Berlino e Coelln sul sito di Tempelhof Field.

1722 – Prima sfilata della guarnigione di Berlino con la presenza di Federico Guglielmo I. La parata diventa un evento annuale.

1909 – La LZ6 del conte Ferdinand von Zeppelin vola davanti all’Imperatore Guglielmo II e 300 mila berlinesi. Più tardi, quello stesso anno, Orville Wright mostra  la sua macchina volante “Aeroplan” davanti a 150 mila spettatori.

1923-1929 – La “prima” costruzione dell’Aeroporto, progettato e costruito dagli architetti Paolo e Klaus Engler. La società “tedesca Luft Hansa AG” si fonda a Berlino il 6 gennaio 1926

1933-1945 – Nel 1935, con i nazionalsocialisti al potere, l’architetto Ernst Sagebiel inizia l’elaborazione di piani per l’Aeroporto di Tempelhof. Durante la seconda guerra mondiale, l’edificio dell’aeroporto diventa un luogo chiave di costruzione di aerei.

1948 – Inizia il ponte aereo di Berlino. Carburante, cibo e altri generi di prima necessità hanno volato dal Tempelhof Airport per fornire i settori affini a Berlino Ovest.

1951 – Iniziano i voli civili dal Tempelhof Airport

1971 – Il traffico passeggeri attraverso l’aeroporto di Tempelhof raggiunge picchi di circa. 5,5 milioni di persone.

1975 – Con la costruzione dell’aeroporto di Tegel il traffico aereo civile cessa a Tempelhof.

1993 – A seguito della riunificazione della Germania gli Stati Uniti ritirano il loro personale dall’Aeroporto di Tempelhof nel 1993 ed il complesso passa in mano alla società berlinese dell’aeroporto.

1995 – Il sito dell’aeroporto è coperto da un ordine di protezione formale.

2008 – Il 30 ottobre, tutti i movimenti d’aria cessano.

2010 – L’ex aeroporto si apre al grande pubblico ed è quasi sempre il più popolare open space di Berlino.

Sapevate che…

Il più antico club di calcio della Germania, BFC Germania 1888, è stato fondato a Tempelhof. I giocatori si allenavano nel paese che doveva diventare l’Aeroporto di Tempelhof.

 

90 anni di aviazione

L’attività aeroportuale a Tempelhof è iniziata l’8 ottobre 1923 con la costituzione di voli regolari tra Berlino e Königsberg. Nel 1920 nuovi hangar ed un edificio terminal passeggeri sono stati costruiti a sud-est dell’edificio principale di oggi. Nel 1930 Tempelhof ha avuto il più importante traffico passeggeri rispetto a qualsiasi altro aeroporto in Europa.

Le piste di cemento sono state introdotte solo nel ponte aereo del 1948-49. Durante gli anni della divisione tedesca, i voli dentro e fuori Berlino sono stati limitati alle compagnie aeree alleate.

Il 9 luglio 1951 l’attuale General Aviation Terminal (GAT) in Tempelhofer Damm ha aperto ai voli civili operati da tre compagnie aeree occidentali, Pan Am, British European Airways (BEA) ed Air France.

Dato che Tempelhof non poteva ospitare jet più grandi, il traffico aereo civile è passato a Tegel fino al 1975. Nel 1990 c’è stato un incremento dell’attività passeggeri a Tempelhof, con un numero crescente di voli business che preferivano la vicinanza al centro della città. Nel 1994 il numero di passeggeri ha di nuovo raggiunto quota 1 milione prima di cadere di nuovo. Un totale di 350 mila passeggeri sono transitati durante l’anno prima della chiusura dell’aeroporto.

 

Il ponte aereo di Berlino

Pochi eventi storici sono più strettamente associati al Tempelhof Airport come il ponte aereo di Berlino del 1948/49.

Durante la notte del 23/24 giugno 1948 le truppe sovietiche chiusero tutte le vie di accesso ai terreni di Berlino Ovest. Gas ed elettricità del settore sovietico sono stati tagliati; fabbriche, famiglie ed edifici pubblici non potevano più funzionare normalmente.

Su ordine “Operation Vittles” del governatore militare statunitense Lucius D. Clay, si è svolta un’iniziativa per fornire i settori occidentali per via aerea, iniziata il 26 giugno. Per oltre un anno per un totale di 2,3 milioni di tonnellate di merci sono state trasportate a Berlino coinvolgendo quasi 278 mila voli.

2,1 milioni di persone da Berlino Ovest sono state fornite da cibo, carbone, macchine, attrezzature e altre necessità quotidiane.

 

Tempelhof oggi

Il Tempelhof di oggi è stato rinato come una fiorente SpaceUsed culturale per concerti, eventi, formazione, film, conferenze e molto altro ancora. Il Tempelhof è saldamente depositato nella sensibilizzazione del pubblico sia come attrazione turistica che come ambientazione per eventi storici internazionali.

Il punto d’incontro della storia e della tecnologia, rende lo sfondo perfetto per la prima edizione del DHL Berlin ePrix.

no images were found


2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Ricordi e novità della Formula E a Berlin Tempelhof | Electric Motor News
  2. Formula E at Berlin Tempelhof: memories and news | Electric Motor News

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*